Il Registro Pubblico delle Opposizioni è operativo dal 2010 ed è stato introdotto nel nostro ordinamento per arginare il fenomeno del marketing telefonico indesiderato.

Grazie all’istituzione del Registro delle Opposizioni in Italia, coloro che, siano essi consumatori, persone giuridiche, enti o associazioni, non gradiscono ricevere telefonate per scopi commerciali o essere oggetto di ricerche di mercato possono usufruire di questo servizio pubblico.

Con la Legge 5/2018 l’efficacia del diritto di opposizione era già stata estesa anche ai numeri di cellulare e a tutti i numeri riservati non presenti negli elenchi telefonici pubblici.

Ora con il D.P.R. n. 149/2018 la possibilità di iscriversi al Registro è stata ulteriormente estesa alla pubblicità mediante impiego della posta cartacea.

Dal 4 febbraio 2019 infatti chi non desidera ricevere materiale promozionale e pubblicitario a mezzo posta cartacea può iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni, manifestando il proprio dissenso a ricevere posta indesiderata.

Raccomandiamo pertanto agli operatori (soprattutto di marketing) di controllare preventivamente nel Registro che il destinatario della comunicazione non risulti nella lista ufficiale di coloro che non desiderano ricevere pubblicità cartacee o chiamate di natura commerciale.

La consultazione del registro da parte dell’operatore è limitata agli scopi pubblicitari, di vendita diretta, di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale mediante l’impiego della posta cartacea.

In ultimo, il D.P.R. n. 149/2018 ha introdotto l’obbligo di inserire nelle comunicazioni pubblicitarie l’indicazione, ai sensi dell’art 13 del GDPR 196/2016, della fonte dei dati personali usati e delle modalità di iscrizione nel Registro Pubblico delle Opposizioni.

L’operatore di Marketing che intenda contattare gli abbonati agli elenchi telefonici pubblici è tenuto a:

  1. registrarsi nel sistema gestito dalla Fondazione Ugo Bordoni (Gestore del servizio);
  2. comunicare al gestore del servizio la lista dei numeri che intende contattare.

Per la consultazione sono presenti sul sito www.registrodellleopposizioni.it le tariffe di accesso.

Entro 24 (ventiquattro) ore dalla richiesta, il Gestore metterà a disposizione dell’operatore la lista aggiornata e depurata dei soggetti che, iscritti nel Registro delle Opposizioni, non intendono essere contattati.

La lista avrà validità quindicinale per effettuare contatti telefonici e di trenta giorni per l’invio di materiale pubblicitario a mezzo di posta cartacea.

19 febbraio 2019